• Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore
  • Casa Del Trattore

Novitą

POTATORE ELETTRONICO


VOLPI - KAMIKAZE

 

Dalla collaborazione tra il marchio leader in Italia Volpi Originale e il marchio leader in Spagna Kamikaze nasce la nuova linea da taglio elettronica professionale, composta da strumenti da taglio e legatura ideati per soddisfare le esigenze dei professionisti del verde.

Forbici da potatura e legatrici progettati con tecnologie all’avanguardia e costruiti con materiali di qualità, nel rispetto dell’ambiente, per consentire di diminuire lo sforzo e ridurre al massimo i tempi di lavoro. Tutti i prodotti sono dotati di motore Brushless che permette di sviluppare utensili ad elevato rendimento, leggeri e compatti.

La linea di prodotti da taglio elettronici professionali è stata inoltre concepita per essere alimentata elettricamente con la medesima batteria, evitando quindi di dover acquistare più alimentatori. Qualsiasi sia l’impianto su cui operare, sia esso uliveto, vigneto o frutteto, troverete sempre il prodotto più adatto alle vostre necessità. Nuova linea da taglio elettronica professionale: dall’esperienza di due grandi aziende europee, un alleato unico per migliorare ogni giorno il vostro lavoro.

 

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA Power Cut

 

Potatore elettronico KV500/KV501

• Motore Brushless
• Durata funzionamento KV500: 5-6 ore
• Durata funzionamento KV501: 8-10 ore
• Trasmissione a vite a ricircolo di sfere
• Doppia apertura lame e taglio progressivo
• Manico in fibra di carbonio
• Potenza costante e indicatore di carica
• Imbracatura traspirante
• Ø max di taglio 30mm
• Potenza nominale 300 W
• Peso 0,71 Kg
• Batteria al litio KV500R70: Potenza 127,6 Wh, Peso 1,1 Kg, Tensione nominale carica batteria 100-240 V AC
• Batteria al litio KV600R70: Potenza 193,6 Wh, Peso 1,6 Kg, Tensione nominale carica batteria 100-240 V AC
 

Potatore elettronico KV600

• Motore Brushless
• Durata funzionamento KV600: 8-10 ore (in funzione del tipo di utilizzo)
• Trasmissione a vite a ricircolo di sfere
• Doppia apertura lame e taglio progressivo
• Manico in fibra di carbonio
• Potenza costante e indicatore di carica
• Batteria Multi KV
• Imbracatura traspirante
• Ø max di taglio 35mm
• Potenza nominale 350 W
• Peso 0,8 Kg
• Batteria al litio KV600R70: Potenza 193,6 Wh, Peso 1,6 Kg, Tensione nominale carica batteria 100-240 V AC
 

Potatore elettronico KV700

• Motore Brushless
• Durata funzionamento KV700: 8-10 ore (in funzione del tipo di utilizzo)
• Trasmissione a vite a ricircolo di sfere
• Doppia apertura lame e taglio progressivo
• Manico in fibra di carbonio
• Potenza costante e indicatore di carica
• Batteria Multi KV
• Imbracatura traspirante
• Ø max di taglio 40mm
• Potenza nominale 350 W
• Peso 0,95 Kg
• Batteria al litio KV600R70: Potenza 193,6 Wh, Peso 1,6 Kg, Tensione nominale carica batteria 100-240 V AC

 




LEGATRICE


Legatralci a batteria KV3: innovativa e adatta ad ogni tipo di legatura

La legatrice a batteria ricaricabile è adatta ad ogni tipo di legatura ed in particolar modo a quella della vigna. Consente di svolgere senza sforzo, con grande produttività e accurata ripetibilità un lavoro di lunga durata quale è quello della legatura delle vigne. Grazie alla sua rapidità può arrivare fino a 60 legature al minuto e quindi ridurre di molto i tempi, consentendo di risparmiare oltre il 50% del tempo se paragonata alla legatura manuale della vigna.

La legatrice KV3 utilizza un sistema innovativo grazie alla pratica bobina di filo da 90 metri posta a bordo della macchina. La sostituzione della bobina è semplice e garantisce alla legatrice grande maneggevolezza, evitando all’operatore il movimento di trascinamento del filo dall’esterno che talvolta può intralciare le operazioni di legatura.

È dotata di un sistema di legatura regolabile in 4 posizioni grazie all’apposita leva posta sulla macchina. La legatrice a batteria KV3 risulta quindi essere una legatrice dall’impugnatura ergonomica, di facile utilizzo, dalle alte prestazioni e dalla bassa manutenzione. Grazie alla sua leggerezza può essere utilizzata per tutto il giorno senza alcun problema con un’autonomia della batteria che consente una giornata di lavoro.

Con valigetta di trasporto in dotazione.

La legatrice può essere integrata anche con la batteria della forbice per la potatura elettronica KAIMAN, presente nella gamma VOLPI. In questo modo, con una sola batteria, è possibile svolgere sia l’operazione di potatura che quella di legatura anche contemporaneamente.

 

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA Power Cut

 

Legatrice a batteria KV3

• Legatrice a batteria
• Peso legatrice: 0,95 Kg
• Peso batteria: 1,6 Kg
• Diametro di legatura massimo: 25 mm
• Lunghezza bobina: 90 mt
• Legature per bobina: circa 640
• Autonomia batteria: 1 giorno
• Batteria ricaricabile
• Con valigetta per il trasporto
• Impugnatura ergonomica
• 4 livelli di regolazione
• Bassa manutenzione necessaria




Robolinho 700


Tosaerba robot solo by AL-KO Robolinho® 700 I

con hardware inTOUCH
 
Codice: 127447
 
  • Cura del prato completamente automatizzata per aree fino a 700 m².
  • Affidabili sensori che proteggono da lesioni o furti.
  • Sensore pioggia regolabile.
  • Con l'aggiunta del Gateway e antenna è possibile connettere il robot e gestirlo tramite l'app AL-KO inTOUCH.
  • Alta manovrabilità dal peso ridotto.

 

Taglio perfetto con Robolinho® 700 I

Robolinho® 700 I è stato progettato dai nostri ingegneri in Germania e fabbricato dai nostri specialisti in Austria: massima qualità che AL-KO garantisce alla propria clientela. Componenti durevoli e tecnologia sofisticata rendono Robolinho® un compagno affidabile nel lavoro quotidiano per la cura del proprio giardino. Di facile installazione, già predisposto per la configurazione ed utilizzo tramite l'app AL-KO inTouch. Grazie al potente software che controlla e mostra attraverso il display le varie informazioni, potrete rasare il vostro prato dove e quando serve.

 

Dettagli tecnici del tosaerba robot Robolinho® 700 I

Il giardinaggio in modo intelligente, fa parte del nostro presente con Robolinho® 700 I. Grazie alla scheda già installata per la connessione con il mondo Smart Garden, potrete gestire a distanza tramite l'app AL-KO inTouch il robot. Il funzionamento estremamente silenzioso di 60 dB e privo di emissioni, è dato dal motore di taglio alimentato da una robusta e duratura batteria al litio da 2,25 Ah / 20 V. Potrete così utilizzare il vostro robot tagliaerba senza disturbare, anche di notte o nei giorni festivi. Il taglio a random (casuale) abbinato alla larghezza di taglio pari a 22 cm, assicurano la cura di prati fino a 700 m². Nessun problema per ostacoli o pendenze fino al 45% che vengono facilmente gestiti.
L'altezza di taglio si regola velocemente ed in modo millimetrico tramite una pratica manopola. Un indicatore mostra il valore impostato da un minimo di 25 mm fino ad un massimo di 55 mm. Il sistema DCS (Double-Cut-System) sviluppato da AL-KO sminuzza finemente l'erba per poi restituirla al prato come fertilizzante organico. In aggiunta: il disco lame che ruota alternatamente in senso orario e antiorario e le lame con doppia affilatura dalla maggiore durata, assicurano un taglio ancora più preciso e perfetto. Massima sicurezza con Robolinho® 700 I per l'uomo e gli animali domestici: affidabili sensori intervengono in caso di necessità.


Nota: quando acquisti robot tosaerba solo by AL-KO, il cavo perimetrale e i picchetti, non sono inclusi.

 




ECO MIXER


 
 
 
 
 
 
 
 
 
Stazione per dosare i prodotti fitosanitari e mantenere l'omogeneità della miscela priam di trasferire il preparato nell'irroratrice.
 
 
 
Caratteristiche di serie:
- Telaio in acciaio verniciato
- Serbatoio in polietilene
- Pompa centrifuga 250 l/min. in acciaio inossidabile
- Motore elettrico 230 Volt /50 Hz (modelli 500 e 1000 litri)
- Alimentazione a batteria 12 Volt (modello 200 litri)
- Filtro di aspirazione con valvola di chiusura
- Collegamento esterno con valvola di chiusura ad accoppiamento rapido
- Corpo elettrico IP65
- Sistema di lavaggio del serbatoio con tre getti rotativi
- Serbatoio lavamani
- Serbatoio lavacircuito
 
Accessori:
- Kit flusso contalitri;
- Lancia lavabarattoli




CONTROLLO FUNZIONALE MACCHINE IRRORATRICI


Con l'entrata in vigore del Piano d'Azione Nazionale (PAN), che stabilisce i criteri di applicazione della Direttiva europea 2009/128/CE sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, è stata resa obbligatoria l'attività di controllo funzionale delle macchine irroratrici ad uso professionale.

Atteso l'elevato numero di irroratrici ancora da sottoporre al controllo, entro l'ormai prossima scadenza del 26 novembre 2016, da intendersi improrogabile in quanto fissata da normativa comunitaria, si invitano i soggetti interessati a non aspettare il termine ultimo!

Presso CASA DEL TRATTORE MARZINOTTO (clicca qui) si possono trovare tutte le informazioni necessarie per poter effettuare il controllo funzionale e regolazione sulla prorpria macchine irroratrice (o contattandoci allo 0421704619 - 3482498328), oltre a trovare ricambi originali e di concorrenza dei principali marchi.

Il servizio di controllo funzionale viene effettuato presso la nostra sede in Lison di Portogruaro (VE); per particolari esigenze, su richiesta (con un gruppo minimo di macchine), effettuiamo il servizio direttamente nelle aziende agricole con l'ausilio di un cantiere mobile.




CENTRO PROVA MACCHINE IRRORATRICI


IL CONTROLLO DELLE ATTREZZATURE PER LA DISTRIBUZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI

La direttiva 2009/128/CE, relativa all’uso sostenibile dei Prodotti Fitosanitari – PF – prevede misure finalizzate alla riduzione dei rischi per la salute pubblica e l’ambiente legati all’utilizzo di tali prodotti. Particolare importanza rivestono gli aspetti legati all’operatività delle irroratrici in uso; le azioni proposte riguardano la formazione degli utilizzatori, il controllo funzionale, la regolazione e la manutenzione. La direttiva 128 è stata recepita con il Decreto Legislativo 14 agosto 2012, n. 150 e le disposizioni operative emanate con il successivo Decreto di adozione del Piano di Azione Nazionale – PAN - (in GU n. 35 del 12/02/2014).

 

Obbligo del controllo funzionale

Con le norme citate viene reso obbligatorio il controllo funzionale per tutte le attrezzature utilizzate per la distribuzione dei PF, secondo le seguenti scadenze: o entro il 26/11/2016 tutte le attrezzature utilizzate a scopi professionali devono essere sottoposte al controllo; o l’intervallo tra i controlli non deve superare i 5 anni fino al 31 dicembre 2020, e i tre anni per le attrezzature controllate successivamente a tale data; o le attrezzature nuove acquistate dopo il 26 novembre 2011 sono sottoposte al primo controllo funzionale entro cinque anni dalla data di acquisto (inteso come “primo acquisto”, ossia dell’attrezzatura nuova); o le attrezzature utilizzate da contoterzisti devono essere controllate ogni due anni, ed entro due anni dall’acquisto. La scadenza per il primo controllo per i contoterzisti è anticipata al 26 novembre 2014. Il PAN elenca le attrezzature soggette all’obbligo del controllo; si tratta della generalità delle irroratrici usate per i trattamenti alle colture arboree, erbacee, nelle serre e per uso extraagricolo.

 

Il servizio di controllo

La Regione del Veneto, con DGR n. 1158 del 26/07/2011 ha provveduto a potenziare e riorganizzare il servizio, rivedendo le procedure e adattandole alle indicazioni della direttiva 128 e agli standard approvati a livello UE. Attualmente sono autorizzati o riconosciuti ad operare sul territorio regionale 30 Centri Prova (vedi tabella) che hanno personale abilitato, idonee attrezzature, possibilità di effettuare interventi meccanici e sono tenuti a rispettare le procedure ufficiali. La maggior parte dispone di attrezzatura mobile ed è quindi in grado di effettuare il servizio anche presso aree idonee messe a disposizione dalle aziende singole o associate, su richiesta.

 

Condizioni per l'accesso al servizio

Per accedere al servizio, gli utenti presentano apposita richiesta al Centro Prova e si impegnano a rispettare alcune condizioni, legate alla sicurezza e pulizia dell’attrezzatura: o gli elementi di trasmissione del moto devono essere montati, privi di deformazioni o difetti; o i dispositivi di protezione devono essere a norma (es. griglie di protezione); o l'irroratrice deve essere ben pulita in tutte le sue componenti, all’esterno e all’interno; o l'acqua presente all'interno del serbatoio deve essere pulita e non presentare tracce di prodotti fitosanitari o residui di ossidazione.

 

In cosa consiste il controllo funzionale

Il controllo funzionale ha lo stesso significato della revisione periodica degli autoveicoli, ossia è finalizzato a verificare la funzionalità del mezzo. Il Centro Prova verifica il corretto funzionamento e l’integrità delle diverse componenti dell’attrezzatura, attraverso ispezione visiva, prove di funzionalità e misure con idonea strumentazione. In sintesi, i controlli effettuati riguardano: elementi di trasmissione; pompa; serbatoio; miscelatore; sistemi di misura, controllo e regolazione; manometro; condotte e tubazioni; filtri; barra di distribuzione; ugelli; corretta distribuzione; ventola e protezioni.

 

Documentazione comprovante l’avvenuto controllo

In fase di controllo, il tecnico abilitato del Centro Prova redige un apposito “Rapporto di Prova”, diverso per barre, atomizzatori o altre attrezzature. Nel rapporto di prova sono riportati i controlli effettuati, le misurazioni e le eventuali riparazioni, regolazioni o sostituzioni. Se l’esito del controllo è positivo, viene rilasciato l’”Attestato di Funzionalità”, dove sono riportati i dati identificativi del proprietario, dell’attrezzatura e la data del controllo. I dati andranno inseriti nella scheda anagrafica. Oltre all’attestato, che è il documento che prova a tutti gli effetti il superamento del controllo, il Centro Prova è tenuto a rilasciare anche un bollino adesivo. E’ opportuno, anche se non obbligatorio, farsi rilasciare anche copia del rapporto di prova. In ogni caso, e per ogni evenienza, il Centro Prova è tenuto a conservare la documentazione (richiesta dell’utente; rapporto di prova; attestato di funzionalità) per 6 anni.

 

Altri adempimenti relativi alle attrezzature

Oltre a sottoporre le irroratrici a controllo funzionale presso un Centro Prova autorizzato, gli utilizzatori professionali sono tenuti a: o effettuare controlli tecnici periodici delle attrezzature, ossia la manutenzione ordinaria, in modo da assicurare il mantenimento dell’efficienza; o ad effettuare la regolazione (o taratura) delle attrezzature per l’applicazione di prodottifitosanitari conformemente alla formazione ricevuta (ossia i corsi per il rilascio o il rinnovo dei “patentini”). Va chiarito che controllo funzionale e regolazione sono due cose diverse, anche se spesso si tende a confonderne il significato. Il controllo funzionale, come detto, viene effettuato esclusivamente dai Centri Prova autorizzati; la regolazione è un operazione che compete, invece, direttamente all’utilizzatore della macchina, che deve essere in grado di eseguirla sulla base della formazione ricevuta e, ad esempio, seguendo le istruzioni del manuale di uso e manutenzione. La regolazione ha lo scopo di adattare l’attrezzatura alle specifiche realtà colturali aziendali e di definire il corretto volume di miscela da distribuire, tenuto conto delle indicazioni riportate nelle etichette dei prodotti fitosanitari. In questo modo si garantisce l’efficacia del trattamento e si riduce la parte di prodotto che va fuori bersaglio, in modo da evitare o minimizzare il rischio di inquinamento ambientale. L’utilizzatore può chiedere (ma non è un obbligo) che la regolazione venga effettuata dal Centro Prova, a completamento del controllo funzionale. In questo caso viene effettuata una regolazione strumentale, ossia usando le strumentazioni in possesso del Centro che rilascerà un documento aggiuntivo che riporta i dati relativi alle colture e ai principali parametri operativi dell’irroratrice, ossia: tipo e portata ugelli; pressione di esercizio; velocità di avanzamento (rapporto di trasmissione e numero di giri motore della trattrice); regolazione ventilatore; altezza di lavoro (per le barre); volume di distribuzione.

 

Costi

I costi del controllo sono a carico degli utenti. Il Veneto, a differenza di altre regioni, non ha dato indicazioni in merito. Va detto che il costo del solo controllo funzionale, escludendo gli interventi di riparazione, è mediamente attorno ai 100/120 euro più IVA, spesa che, ripartita nei 5 anni, diventa assolutamente conveniente se si considerano anche solo i vantaggi in termini di efficacia dei trattamenti e di sicurezza per l’operatore. Il servizio di regolazione (facoltativo, come detto) può incidere di altri 50/70 più IVA euro circa.

 

Sanzioni

Il decreto legislativo n. 150/2012, all’articolo 24, comma 7, prevede sanzioni da 500 a 2000 euro in caso di mancato controllo delle attrezzature entro i termini stabiliti. Inoltre le disposizioni comunitarie in materia di prodotti fitosanitari rientrano nella condizionalità. Al di là dell’aspetto sanzionatorio, è interesse degli utilizzatori richiedere al Centro Prova di fiducia il controllo dell’attrezzatura prima possibile.